ChatGPT GRATIS italiano

Benvenuto su ChatGPT in Italia e gratis. Usa la chat GPT-4 liberamente. Prendi parte alla rivoluzione tecnologica guidata dalla società OpenAI, che sta avvenendo in tutto il mondo. Ottieni una risposta a ogni domanda, apprendi nuove competenze e leggi tutte le novità nel mondo dell'IA.  Utilizziamo l'API della società OpenAi per rendere ChatGPT accessibile al pubblico di tutto il mondo.​

  • ChatGPT: Ciao

Pensiero dell'intelligenza artificiale: ...
doronavn_the_mona_liza_in_lovere_museume_hanging_on_a_red_wall_db9bc387-3ae3-41f6-aafd-7c926d9bfebc

La rivoluzione dell’arte AI: il salto nel futuro, le polemiche e una possibile soluzione

Facebook
Twitter
WhatsApp

L’intelligenza artificiale (AI) ha recentemente compiuto un significativo balzo in avanti nel campo dell’arte. Negli ultimi anni, ha dimostrato un’impressionante capacità di creare opere d’arte avvincenti che hanno persino raggiunto più di $ 400.000 all’asta da Christie’s nel 2018. Con l’aiuto di imager AI come Dolly e Stable Diffusion, gli utenti possono creare nuove opere d’arte in secondi. Il processo, noto come “addestramento”, coinvolge modelli di intelligenza artificiale che ingeriscono milioni, a volte miliardi, di immagini da siti Web di tutto il Web. Combinati con il testo che descrive queste immagini, questi modelli possono creare quasi qualsiasi immagine da un semplice messaggio di testo.

La rivoluzione dell’arte dell’IA, tuttavia, non è priva di polemiche. Questi modelli non creano arte nel vuoto. Imparano a imitare stili specifici e persino artisti studiando le loro opere. Il problema è che molti artisti non hanno dato il loro consenso affinché la loro arte fosse utilizzata in questo modo. Ciò solleva importanti domande sul furto d’arte, la violazione del copyright e il diritto all’espressione artistica.

Motivi per citare in giudizio? Gli artigiani si sentono derubati

Un ottimo esempio di questa controversia è Carla Ortiz, una concept artist di San Francisco che ha disegnato i disegni per i film Magic the Gathering e Doctor Strange della Marvel. Ortiz ha scoperto che la sua opera d’arte era stata copiata su una matrice di immagini AI senza il suo permesso, una mossa che ha descritto come altamente invadente. In risposta, Ortiz, insieme ad altri artisti, ha intentato un’azione legale collettiva contro Stable AI e altri imager AI.

Il tema dell’intelligenza artificiale nell’arte è complesso e solleva difficili questioni riguardanti i diritti di proprietà intellettuale, l’etica dell’apprendimento automatico e la definizione di originalità nell’arte. Alcuni sostengono che i creatori d’arte AI siano semplicemente ispirati nello stesso modo in cui lo farebbe un artista umano, studiando e imparando da altre opere. Altri, come Ortiz, sostengono che la capacità dei modelli AI di archiviare istantaneamente e produrre copie simili o esatte oltrepassi il confine tra ispirazione e plagio. Allo stesso modo, OpenAI GPT Chat può anche causare polemiche tra scrittori e giornalisti.

La soluzione si sta materializzando?

In risposta a questo problema, il professor Ben Zhao e il suo laboratorio dell’Università di Chicago hanno sviluppato un’interessante soluzione chiamata “glaze”. Glaze sfrutta la differenza fondamentale tra il modo in cui gli esseri umani e i modelli di apprendimento automatico percepiscono le immagini visive. Apporta modifiche alle opere d’arte che sono quasi impercettibili all’occhio umano, ma cambiano drasticamente il modo in cui una macchina le percepisce. Questa modifica garantisce che qualsiasi modello di intelligenza artificiale che tenti di imitare lo stile artistico fallirà, proteggendo così lo stile unico dell’artista.

Tuttavia, questa soluzione, sebbene promettente, non è perfetta. Internet è un terreno fertile per lo sviluppo e le sfide in corso e sono già in corso sforzi per aggirare Glaze. Tuttavia, questa iniziativa fornisce un importante tappabuchi e fa guadagnare tempo agli artisti, alle autorità di regolamentazione e al pubblico per comprendere e affrontare le questioni etiche e legali relative all’arte basata sull’IA.

Nonostante l’attuale controversia, è chiaro che l’arte dell’AI è qui per restare. Con la pressione delle autorità di regolamentazione, il feedback degli artisti e un pubblico informato, la speranza è che questi strumenti rivoluzionari continuino a evolversi insieme alle persone che contribuiscono a renderli possibili. In questo modo, il fattore wow dell’arte creato dall’intelligenza artificiale può essere apprezzato senza trascurare o eliminare l’importanza del lavoro degli artisti originali e dei loro diritti.

Skip to content